Friarielli in padella

standard 10 marzo 2017 6 responses

Uno dei piatti tipici napoletani sono i friarielli in padella.

Vengono spesso abbinati nel celebre piatto di salsiccia e friarielli ma sono un ottimo contorno anche da soli. Però come si cucinano i friarielli? Questa domanda mi è stata fatta un milione di volte. Ed ecco che vi metto per iscritto la procedura.

In realtà è molto semplice cucinare i friarielli in padella. Importantissima è la pulizia del friariello. Abbiate cura di togliere la parte finale del gambo e quella più dura, di togliere i fiori ormai sbocciati e di tenere invece quelli ancora verdi e chiusi. Scoprirete che una volta effettuata la pulizia vi resterà molto poco della pianta e che in cottura si ridurrà di più della metà del suo volume. Dunque abbondate sempre con i friarielli se vorrete avere un piatto ricco per tutti.

5.0 from 1 reviews
Friarielli in padella
Autore: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 1 kg di friarielli
  • 20 ml olio extravergine d'oliva
  • 1 spicchio d'aglio
  • peperoncino q.b.
  • acqua q.b.
  • sale
Procedimento
  1. Dopo aver pulito i friarielli lavateli con cura e quindi asciugateli.
  2. In una padella profonda mettete l'olio e accendete il fuoco. Quando caldo aggiungete lo spicchio d'aglio e fatelo imbiondire.
  3. Mettete i friarielli, salate e lasciate cuocere per almeno una mezz'oretta avendo cura di aggiungere acqua se si asciuga troppo la cottura. Girate spesso.
  4. Aggiungete peperoncino a piacere e servite caldi.

I friarielli in padella sono un contorno veloce e molto versatile per accompagnare i vostri piatti.

Bacini verdurosi,

Jess

Lasagne di Carnevale napoletane

standard 2 marzo 2017 5 responses

A Napoli le lasagne si fanno praticamente solo a Carnevale. O forse a casa mia si facevano solo il martedì grasso. Questo è perchè come tutti i piatti al forno li consideriamo una cosa serissima.

Le lasagne di Carnevale sono una bomba. Sono buonissime, veramente superlative, ma altrettanto impegnative nella preparazione. Il l tempo speso però vale tutto. Mangerete un piatto sublime, indescrivibile, il tipico piatto della festa che lascia soddisfatti ed appagati.

Le lasagne di Carnevale napoletane hanno una caratteristica: si fanno con la sfoglia di semola. Niente pasta all’uovo, deve essere bianca ed arricciata sui lati. Ormai vivo da tanti anni a Bologna e qui è impossibile da trovare, quindi o me la porto da Napoli quando vado in vacanza oppure mi faccio la sfoglia da sola come in questa occasione.

Fondamentali anche le polpettine che devono essere piccolissime. La ricetta potete leggerla qua e qua quella del ragù. Potete optare anche per un sugo leggero al pomodoro, ma il risultato cambia notevolmente.

Lasagne di Carnevale napoletana
Autore: 
Cook time: 
Tempo di preparazione: 
 
Ingredienti
  • 500 gr lasagne di semola
  • 2 litri di ragù o sugo di pomodoro
  • 30/40 polpettine
  • 3 uova sode a fettine
  • 300 gr mozzarella o provola
  • 500 gr ricotta vaccina
  • parmigiano
Procedimento
  1. Sgocciolate la mozzarella tagliata a fettine per almeno mezza giornata in frigorifero.
  2. Stemperate la ricotta con un po' di ragù fino a renderla cremosa e rosata.
  3. Componete la lasagna facendo in teglia un fondo di ragù, quindi adagiate la sfoglia cruda, poi uno strato di ricotta, uno di polpettine, uno di uova sode e uno di mozzarella. Nuovamente ragù, pasta e tutto il procedimento sopracitato fino all'esaurirsi degli ingredienti. Sull'ultimo strato di pasta mettete ragù, qualche polpettina e il parmigiano.
  4. Cuocete a 220° per almeno 30 minuti o finchè abbrustolita.
  5. Lasciate riposare per almeno due ore prima di servire.

Vi ho ingolosito a sufficienza? Son talmente  buone che è un peccato farle solo a Carnevale! Vi consiglio almeno una domenica di goduria al mese.

Bacini carnevaleschi.

Jess

CONSIGLIA Cultural ed il fascino della "semplicità"